consigliato per te

  • in

    La Pallavolo Sabaudia annuncia lo schiacciatore Francesco Astarita

    Di Redazione
    Un altro volo nuovo nella Pallavolo Sabaudia che presenta il suo nuovo schiacciatore, Francesco Astarita.
    Originario di Vico Equense, classe 1993, Francesco rappresenta un importante elemento nella strategia del sodalizio pontino, quella di affiancare a giovani talenti atleti di più lungo corso. Infatti con il suo solido curriculum Astarita andrà a costituire uno dei capisaldi su cui verrà cui costruita la formazione e a cui potranno rivolgersi i più giovani giocatori del Sabaudia in cerca di un consiglio e un confronto più paritario.
    Francesco Astarita ha esordito nel mondo della pallavolo nelle giovanili del Meta di Sorrento nelle annate 2007/2009 per poi passare al Club Italia in B2 nella stagione 2009/2010. Nell’annata 2010/2011 ha giocato con il colori del Sorrento, in serie B1, per poi passare senza fermarsi mai al Trentino Volley, 2011/2012, in serie B2, al Cagliari, 2012/2013, in serie B1, al Cosenza, 2013/2015, sempre in B1, per approdare infine al Castellana Grotte, nell’annata 2015/2016. Con il Castellana Grotte risale all’anno successivo il salto di qualità dalla serie B1 alla A2. Sempre in A2 le ultime esperienze in ordine di tempo con il Taviano, annate 2017/2019, e infine con l’Ortona, 2019/2020.
    Risulta evidente dal suo curriculum che Francesco è un giocatore di lunga esperienza e proprio questo è stato uno dei motivi della sua scelta.
    Interrogato a proposito del nuovo impegno Astarita ha commentato: “Sono entusiasta di questa nuova avventura. Ho voluto sposare questo progetto sin dal primo contatto e credo fortemente  in questo team. Sono felice e desideroso di ripagare al meglio la fiducia riposta dalla società e dal mister nella mia persona e darò il massimo per contribuire alla mia crescita e a quella della squadra.”
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Antonio Cargioli resta a Bergamo: contratto rinnovato per la quarta stagione

    Di Redazione
    Antonio Cargioli, centrale milanese classe 1994 di 2 metri, sceglie Bergamo per la quarta volta. Cresciuto pallavolisticamente tra Parma Modena e Reggio Emilia, poi trasferito a Bergamo dal 2017 è diventato un giocatore simbolo per quanto riguarda la maglia bergamasca, è infatti l’unico giocatore ad aver scelto il rossoblù per quattro stagioni consecutive nella storia di Bergamo dalla categoria della A2.
    Protagonista di una lunga serie di battaglie, tra le tante una prestazione superba in semifinale di Coppa Italia a Siena, medaglia d’oro in finale a fianco del compagno Signorelli (l’altra importante conferma al centro), Antonio ha fatto una scelta consapevole e lucida, oltre che primariamente dettata d’istinto dal cuore, e spiega le sue motivazioni ispirate e maturate in questi ultimi difficili mesi di pandemia che la città ha dovuto affrontare.
    Post fata resurgo: “dopo la morte mi rialzo”, è la locuzione latina che si usa per esprimere fiducia nella propria capacità di risollevarsi dalle disavventure e vincere le avversità del destino. Era il motto della Fenice risorta dalle proprie ceneri e con questo motto, Antonio Cargioli  annuncia la sua permanenza a Bergamo “Come le fenici che si rialzano dalla cenere, rimango a Bergamo per rinascere insieme”.
    “Sono felice di poter confermare un altro anno a Bergamo. Nonostante le repentine partenze di quasi tutti i miei compagni, in un momento di grande indecisione sul futuro della pallavolo a Bergamo, non ho mai avuto alcun dubbio sul fatto di rimanere,  una volta che l’Allenatore, il Presidente, il Direttore Sportivo avevano espresso il gradimento alla mia permanenza. Dispiace che il bel gruppo che si era creato si sia così velocemente sciolto: sarebbe stato bello poter festeggiare la Coppa Italia, conquistata prima della pandemia , insieme ai tifosi ed alla città,  e riprovare , nella prossima stagione, a raggiungere l’altro obiettivo che, prima della sospensione del campionato , ci vedeva ampiamente in corsa.”
    Sulle motivazioni che lo hanno spinto a restare, Cargioli ha le idee chiare: “Per parte mia, pur sapendo di dover andare incontro a qualche rinuncia, ho voluto fortemente mantenere fede ad una società, ad una città e a  persone che mi hanno permesso di trascorrere tre bellissimi anni a Bergamo. Tanto più che la gente di Bergamo ha passato un periodo tragico, con dolori e ferite che faranno fatica a rimarginarsi. E sapendo, come ho potuto sentire in questi anni, che i tifosi dell’Olimpia, e non solo, mi vogliono bene e mi apprezzano, andarmene  sarebbe stato un tradimento, un abbandonare la nave proprio nel momento del bisogno.
    Devo dire che in queste ultime settimane sono  stato contattato anche direttamente da alcuni allenatori  che mi hanno chiesto, anche con garbata e convinta insistenza, di andare a far parte della squadra che stanno allestendo, e ciò mi ha lusingato ed anche inorgoglito e deve inorgoglire anche questa Società ed i suoi tifosi  che mi hanno permesso di crescere tanto ! Ma a tutti ho sempre detto che, anche per la prossima stagione,  sarei rimasto a Bergamo, la mia seconda casa,  e qui sono !”
    Antonio si esprime anche sulla nuova partnership ed il ritorno di mister Graziosi: ”Fortunatamente, grazie alla partnership con Cisano, si e’ potuto tornare a parlare di  pallavolo di livello e questo deve portarci a mettere tutti quanti il massimo entusiasmo ed impegno.
    Per me, che tre anni fa dopo una discreta stagione a Reggio Emilia, ebbi la possibilità di venire all’Olimpia e lavorare con Ciccio Graziosi, ritrovare lo stesso allenatore, con la stessa carica, anzi di più, è come ripartire da dove eravamo rimasti (comunque una finale di Coppa Italia a Bari ed una semifinale Play off) con maggiore esperienza e qualche certezza in più. E quindi gli stimoli non mancano di certo.”
    Come si inserisce Bergamo nel panorama della A2? “Da quanto vedo, si sta allestendo un roster  di grande livello, che a me piace molto; non saremo fra le favorite (Siena, Cuneo, Castellana Grotte, degli ex Olimpia e soprattutto Taranto,  con la campagna acquisti sontuosa, sono un passo avanti a noi) ma  credo che, se questa pandemia ci lascerà in pace, ci ritroveremo tutti insieme al palazzetto, convinto che potremo anche quest’anno dire la nostra, divertirci e toglierci le nostre belle soddisfazioni. Ricominciamo a sognare !”
    Antonio Cargioli è sponsorizzato da Tipiesse Impianti sportivi, costruzione ed installazione di impianti sportivi, SPA, coperture e pavimentazioni, specializzato nella realizzazione di impianti e pavimentazioni con materiale sintetico (campi da calcio in erba sintetica, strutture per l’atletica di tipo colato in opera), piscine Spa e centri benessere , tribune e coperture in legno, impianti antishock e antitrauma per i bambini.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ingaggio confermato (e limato) al SESI Volei Bauru per Anderson Rodrigues e Adenizia

    Di Redazione
    Con meno soldi rispetto allo scorso anno, ma il Sesi Volei Bauru va avanti e cerca di confermare tutti i punti di forza della squadra. Con una leggera limatura sul monte ingaggi, infatti, sono stati rinnovati sia il contratto dell’allenatore Anderson Rodrigues che quello di Adenizia, una delle giocatrici che aveva più mercato e che sarebbe anche potuta partire.“Sono molto felice di poter trascorrere un’altra stagione con Sesi Volei Bauru – ha detto Anderson Rodrigues – perché a dispetto della situazione economica difficile lavoreremo per costruire una squadra forte, con l’obiettivo di crescere ancora di più”.
    Anche Adenizia (nella foto) si è detta soddisfatta del rinnovo: “Mi sento parte di questa famiglia, tutto è stato molto frenetico la scorsa stagione e ho trascorso poco tempo con la squadra prima della pandemia. Stavolta andrà tutto diversamente. Non vedo l’ora di iniziare presto e fare del mio meglio per aiutare le mie compagne a raggiungere tutti gli obiettivi di questa stagione e desidero ringraziare Bauru e l’intero team del Sesi Volei per avermi accolto così bene”.
    (Fonte: SESI Volei Bauru) LEGGI TUTTO

  • in

    Ultimo tassello per i Grizzlys Giesen: è il canadese Kern

    Di Redazione
    Mancava solo un ultimo tassello al puzzle dei Grizzlys Giesen che chiudono il mercato e il roster della prossima stagione annunciando lo schiacciatore canadese Jacob Kern. Anche Kern, 22 anni, come il centrale Pearson Eshenko, arriva dall’Alberta e dal Trinity Western college dove ha giocato nei campionati universitari canadesi con gli Spartans.
    Laureato in chinesiologia, Jacob Kern inizia così in Germania la sua carriera da professionista: “I Grizzlys sono una grande occasione per crescere e competere in una delle migliori leghe del mondo. I tifosi e la comunità di pallavolo che sostengono i Grizzlys sono impressionanti e non vedo l’ora di incontrare tutti e di giocare”.
    Prima però c’è un altro passo importante per Kern che tra pochi giorni si sposerà con la sua fidanzata per poi raggiungere la Sassonia dove trascorrerà qualche giorno di luna di miele prima di iniziare gli allenamenti.
    (Font: Grizzlys Giesen) LEGGI TUTTO

  • in

    Cuneo Volley, la nuova sfida in panchina di Francesco Revelli è con i giovani

    Di Redazione
    Con il ritorno della serie A2 a Cuneo e il nuovo progetto volto al professionismo, anche lo staff tecnico ha dovuto fare i conti con il maggior impegno settimanale e la disponibilità di ognuno. Pertanto, Francesco Revelli non sarà più il secondo allenatore della prima squadra cuneese: «Il biennio vissuto in panchina con la prima squadra, è stato emozionante; vivere il palazzetto a bordo campo e non sugli spalti è sicuramente una sensazione che porterò sempre con me, come l’esordio da primo allenatore a Bergamo e i 15 giorni da head coach fra Barisciani e Serniotti. L’auspicio e che il percorso iniziato possa essere portato a termine e le premesse sono senza dubbio incoraggianti!». 
    Tuttavia, a beneficiare dell’esperienza e della grande passione di coach Revelli sarà il vivaio del Cuneo Volley. Il Responsabile del Settore giovanile, Daniele Vergnaghi, ha accolto con grande entusiasmo la possibilità di avvalorare il team tecnico: « Ho colto subito di buon grado la sua volontà di far parte del nostro settore giovanile. Francesco è un allenatore competente e preparato, credo che potrà dare molto ai ragazzi dell’Under 17 e al settore giovanile di Cuneo nel suo complesso».
    “Cecio” sarà quindi il primo allenatore dell’Under 17 Banca Alpi Marittime Mercatò Cuneo Rossa, affiancato da Paolo Alivesi: «Appena verificato che non c’erano le condizioni per proseguire con la prima squadra nello staff di Serniotti, che colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente per quanto mi ha trasmesso in questo intenso biennio di collaborazione, la mia priorità era rimanere a Cuneo. Ritengo che il settore giovanile e la società abbiano un’organizzazione di alto livello, con queste premesse appena si è verificata la possibilità di allenare il futuro gruppo di U17 non ci sono stati dubbi. Ci aspetta una stagione di lavoro molto intensa, l’attenzione sarà volta alla crescita tecnico-tattica individuale e di gruppo. Sono felicissimo di tornare a fare il primo allenatore!».
    Il progetto giovanile potrebbe riservare altre sorprese, non si esclude, infatti, che la compagine di coach Revelli partecipi anche a un campionato regionale.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ufficiale il passaggio di Jovana Brakocević-Canzian al Chemik Police

    Cookie PolicyQuesto sito fa utilizzo di Cookie. Per saperne di più e per un’informativa dettagliata, puoi consultare la Cookie Policy.Definizioni e riferimenti legali Dati personali (o Dati)Dati di UtilizzoResponsabile del Trattamento (o Responsabile)Titolare del Trattamento (o Titolare)Questo SitoDefinizioni e riferimenti legali Dati personali (o Dati)Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale. LEGGI TUTTO

  • in

    B Maschile, CappuVolley2020: confermata la giovane banda Davide Boiocchi

    Fotografie PhotoArtEvolution – Ph. Dario Avancini

    Di Redazione
    Il CappuVolley2020 annuncia la conferma di Davide Boiocchi, giovane schiacciatore al suo terzo anno con la società casalina.
    Classe 2000, Boiocchi cresce nelle giovanili della Libertas San Paolo di Piacenza, arrivando fino in serie D. Nella stagione 2018-2019, alla sua prima esperienza con i Cappu, esordisce in serie C e partecipa alla storica promozione in B.
    “Sono felice di far parte di questa società per il terzo anno consecutivo. Visto come si è conclusa la scorsa stagione spero che la prossima possa essere per noi un’occasione di riscatto. So che ora gli obiettivi sono più ambiziosi e il livello dell’organico più alto – sottolinea la banda –, perciò cercherò di ripagare la fiducia della società dando il massimo, soprattutto in allenamento”.
    Chiare le parole del DS De Pascali sulla conferma del giocatore: “La conferma di Davide va letta in una duplice direzione. Di base vorremmo che la prossima stagione potesse rappresentare per lui un ulteriore prezioso step nel suo percorso di crescita tecnica che, con perseveranza e buona attitudine, sta maturando. Energia ed esplosività, oltre alla serietà con cui lavora, sono le caratteristiche che lo contraddistinguono e nel corso del campionato avremo sicuramente bisogno delle sue peculiarità. Ma con lui, insieme al nucleo degli altri ragazzi più giovani, lo staff è sinceramente motivato a lavorare sodo per valorizzare al massimo le rispettive identità sportive, attraverso un progetto più ampio che vorremmo sviluppare. L’obiettivo è quello di assottigliare sempre di più la differenza fra quello che gli atleti meno esperti sono oggi e quello che vorrebbero diventare”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il Promotey continua a crescere: ingaggiata anche Shara Venegas

    Foto: Shara Venegas Social

    Di Redazione
    Una squadra appena nata, con appena un anno di storia, ma con parecchi soldi da investire e il desiderio di primeggiare a livello nazionale e affacciarsi alle coppe europee. L’SK Prometey di Kamianske, divisione di pallavolo femminile nata a fianco alla più nota squadra di basket maschile, ha appena annunciato il libero della nazionale portoricana Shara Venegas.
    L’ingaggio arriva poco dopo l’ufficializzazione dell’alzatrice bulgara Lora Kitipova, proveniente dal Maritza, e della schiacciatrice cubana Dayami Sanchez, lo scorso anno in Corea del Sud con l’Expressway. Il Prometey, eliminato in semifinale nella coppa nazionale ucraina dello scorso anno, prenderà parte alla Superleague ripartendo dalla prima posizione (29 vittorie e una sola sconfitta) conquistata nella regular season del campionato scorso, sospeso a causa della pandemia.
    Popolarissima nel suo paese grazie alla sua incessante attività social, è considerata uno dei liberi più spettacolari del mondo.
    (Fonte: SK Prometey) LEGGI TUTTO