consigliato per te

  • in

    Modena, Petric: “Trasferta difficile a Padova. Mai dare nulla per scontato”

    Di Redazione
    La Leo Shoes Modena dopo la bella vittoria ottenuta contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza nell’ultimo turno di Superlega, si prepara per la trasferta di Padova. La Kioene, nonostante sia una squadra giovane, può contare anche su giocatori di esperienza e quindi da non sottovalutare.
    Questo il pensiero del capitano gialloblu Nemanja Petric: “Quella di domenica è stata una bella vittoria, una vittoria di squadra che ci ha portato emozioni positive, Piacenza non era al top ma ha una squadra con buoni giocatori che sanno giocare alla grande e noi siamo stati in grado di superarli in tutti i fondamentali, questo significa che riusciamo a raggiungere i nostri obiettivi. Ci tengo a sottolineare il lavoro che sta facendo Luca Vettori, un grande sforzo per recuperare dall’infortunio e domenica si sono visti i risultati. Quest’anno è un anno difficile e particolare, la trasferta con Padova sarà difficile, è una squadra giovane ma ha anche giocatori d’esperienza. Dobbiamo partire con la stessa carica e energia di domenica scorsa e non dare nulla per scontato”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il pronostico dei lettori: Milano e Modena si giocano un posto tra le big

    Di Redazione
    Saranno Allianz Milano e Leo Shoes Modena a giocarsi una posizione alle spalle delle “grandi” del campionato di Superlega maschile: questo, almeno, il responso del sondaggio lanciato da Volley NEWS che metteva a confronto quattro pretendenti all’Olimpo delle “Big Four” dietro a Perugia, Civitanova e Trento. La classifica, per la verità, dice che al momento anche l’Itas deve lottare per conquistarsi il posto tra le prime 4, anche se è opinione comune che il rendimento di Giannelli e compagni sia destinato a crescere nelle prossime settimane.

    Il sondaggio è terminato

    Milano, che oggi è la terza forza del campionato, vince anche nelle preferenze dei nostri lettori con una percentuale del 39,67%; alle sue spalle Modena con il 32,23%. Meno di un terzo dei partecipanti crede nella rimonta di un’altra formazione: la Gas Sales Bluenergy Piacenza (17,36%) o la Vero Volley Monza (10,74%). Ora non resta che attendere il responso del campo: nulla esclude che tutti ci siamo sbagliati e che sia una outsider ad affermarsi a sorpresa!
    Continuate a seguirci: presto torneremo con nuovi sondaggi… LEGGI TUTTO

  • in

    Diego Mosna e il messaggio Facebook: “Abbiamo fiducia nel progetto”

    Di Redazione
    Un mercato estivo di tutto rispetto e aspettative da parte dei tifosi e addetti ai lavori molto alte. Con queste premesse l’Itas Trentino, capace di portare in Italia il fuoriclasse brasiliano Lucarelli, si è presentata ai nastri di partenza del nuovo campionato di Superlega. Una delle squadre da battere insieme a Civitanova e Perugia. La formazione trentina è sicuramente una delle candidate per lo Scudetto ma qualche “intoppo” di troppo ha fatto storcere il naso a qualche tifoso e appassionato, specialmente dopo la sconfitta di domenica scorsa contro la Sir di Vital Heynen. Una partita che poteva benissimo finire al tie break e che sarebbe stata più “giusta” visto i valori in campo, ma i dettagli hanno fatto la differenza con Leon e compagni che hanno portato a casa la vittoria da tre punti.
    E proprio sul match e sulla sconfitta che si sofferma il numero uno di Trento, Diego Mosna che, attraverso la sua pagina Facebook, ha voluto rispondere a tutti coloro che gli hanno scritto dopo l’incontro.
    “Ormai è diventata un’abitudine; il giorno dopo una sconfitta in un big match ricevo tantissimi messaggi personali da parte di tifosi e persone vicine alla squadra, che solitamente si dividono in due grandi correnti di pensiero: da una parte chi crede nella squadra e nel progetto, dall’altra chi mi spiega che abbiamo commesso tanti errori. Non poteva fare eccezione il lunedì successivo alla partita persa con Perugia per 1-3 e con queste poche righe colgo l’occasione per rispondere, ringraziando al tempo stesso chi mi ha scritto la sua opinione; anche questa è una dimostrazione di costante interesse, affetto ed attaccamento ai nostri colori. A tutti chiedo di tenere duro e di dare tempo al tempo; sicuramente il momento è particolare, difficile e ricco di ostacoli, ma è vero che i campionati non si vincono ad ottobre. Abbiamo fiducia in un progetto studiato e partito da lontano e non saranno certamente un paio di episodi di gioco che hanno trasformato un possibile 2-2 in un 1-3 per Perugia a metterci addosso dubbi. Risaliremo la classifica lavorando ancora più duramente in palestra, tutti i giorni”.

    Ormai è diventata un’abitudine; il giorno dopo una sconfitta in un big match ricevo tantissimi messaggi personali da…
    Pubblicato da Diego Mosna su Martedì 20 ottobre 2020 LEGGI TUTTO

  • in

    Cisterna, Szwarc: “Avevo già giocato da opposto prima di arrivare in Italia”

    Di Redazione
    La Top Volley Cisterna è tornata ad allenarsi agli ordini di coach Boban Kovac con sedute di tecnica al palazzetto dello sport di Cisterna di Latina e sedute pesi in palestra. La vittoria contro il Vero Volley Monza ha fatto rialzare la testa alla formazione pontina e, con Sabbi e Onwuelo indisponibili, il centrale Arthur Szwarc è stato ancora una volta il miglior realizzatore della squadra con 20 punti in quattro set e il 56% in attacco, oltre a un muro vincente e un ace. Anche a Perugia Szwarc era stato il top scorer dei ragazzi guidati da coach Boban Kovac (14 punti e 43%), un contributo costante, coronato con il titolo di miglior giocatore della partita nell’ultima sfida vinta a Cisterna.
    «Sono molto felice per essere stato eletto Mvp, è stata la mia terza volta in assoluto nel campionato italiano ed è una cosa che a livello personale mi fa molto piacere e ci tengo a sottolinearlo – spiega il giocatore canadese con passaporto polacco – in questa fase sto tornando un po’ indietro ai tempi in cui avevo un ruolo più aggressivo anche perché qualche anno fa ho già giocato come opposto prima di arrivare nella Superlega italiana ed è stato un momento molto interessante per me anche perché sono consapevole che si tratta di un ruolo cruciale per la squadra».
    Poi «il taglialegna», che attualmente è al diciottesimo posto assoluto nella classifica dei migliori realizzatori della Superlega (con 73 punti in 20 set disputati), sposta l’attenzione sul momento che sta attraversando la squadra. «Era evidente a tutti che contro Monza avevamo un assoluto bisogno di vincere, arrivavamo da un periodo di risultati negativi e anche per questo eravamo tutti molto focalizzati su questo risultato che alla fine è arrivato ed è stato un bene per noi – conclude Arthur – Il mio obiettivo? Durante il match era solo quello di fare punti a prescindere da qualsiasi cosa accadesse, non abbiamo mai pensato di perdere. Inoltre durante la partita mi sono sentito anche molto bene fisicamente e questo sicuramente mi ha aiutato nella prestazione».
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Saitta e compagni verso il ‘record’ del 2008-2009

    Di Redazione
    Viaggia col vento in poppa la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, che ieri a Ravenna ha messo a segno la quarta vittoria consecutiva. Se non è record poco ci manca. Il primato in tal senso infatti, appartiene alla stagione 2008-2009, quando nel girone di ritorno la Callipo, con coach Uriarte in panchina, vinse le ultime sei gare consecutive addirittura con un filotto di altrettanti 3-0, sia in casa (contro Modena, Forlì e Montichiari) che fuori (a Martinafranca, Verona e Padova). Nella stessa stagione, ma nel girone di andata, coach Gulinelli (che aveva iniziato il torneo, salvo poi essere sostituito proprio dal collega argentino) si fermò a 4 exploit di fila a cavallo della 10 giornata di andata, vincendo con Verona (3-2) e Padova (3-2) in casa, e Forlì (0-3) e Montichiari (1-3) fuori. Ma non finisce qui. Perché quattro vittorie di fila si registrarono anche in altre due stagioni. Nella prima storica di A1 (2004-05) con Ricci in panchina, dalla quarta di andata: in casa contro Gioia del Colle (3-0) e Verona (3-1), inframezzate dalle trasferte vittoriose di Taranto (0-3) e Padova (2-3).
    Identico ruolino di successi consecutivi per i calabresi anche nella stagione 2010-11 targata da ‘Il mago di Turi’ alias Vincenzo Di Pinto. Accadde tra la decima giornata, disputata domenica 19 dicembre 2010 e la tredicesima giornata, andata in scena domenica 9 gennaio 2011: in sequenza, i giallorossi superarono in casa Castellana Grotte per 3–1 (25-19, 23-25, 25-17, 25-23), nella giornata di Santo Stefano in trasferta Piacenza con un perentorio 0–3 (22-25, 22-25, 18-25), il due gennaio tra le mura amiche sempre con il più classico dei punteggi Monza (25-22, 25-22, 25-20), completando il fantastico poker nella città di Giuletta e Romeo in quattro parziali (23-25, 25-21, 23-25, 17-25 i parziali dei set).
    Questa serie, purtroppo, venne interrotta nel 14esimo turno, il primo del girone di ritorno, con la sconfitta interna al quinto e decisivo parziale contro Macerata, con parziali di 25-21, 19-25, 13-25, 25-23, 9-15.
    La regular season di quel torneo si concluse in maniera agrodolce per i colori giallorossi con il nono posto finale a quota con 34 punti, frutto di 11 vittorie (otto in casa) e 15 sconfitte (10 in trasferta), 44 set vinti e 56 persi, mancando i play Off per un solo punto a scapito della Umbria Volley San Giustino, che nella giornata conclusiva superò la Top Volley Latina con un perentorio per tre set a zero (25-13, 25-20, 31-29), mentre i giallorossi hanno sconfitto al quinto set la Blu Volley Verona (24-26, 25-23, 25-20, 22-25, 15-9 i parziali dei set).
    Lo scudetto tricolore è stato poi vinto dalla Itas Diatec Trentino Volley guidata dall’istrionico bulgaro Radostin Stoytchev, che superò in finale per tre a zero (25-13, 25-22, 25-9 in 72 minuti di gioco), la Bre Banca Lannutti Cuneo in gara unica, disputata domenica 15 maggio al Pala Lottomatica di Roma.
    Insomma, per Saitta e compagni ora nel mirino il ‘record’ del 2008-2009, ad iniziare dall’anticipo di sabato contro il forte e quotato Piacenza di Lorenzo Bernardi.
    La sesta giornata di Superlega sul campo del Pala De Andrè ha confermato i progressi della formazione vibonese che sorprende tutto per temperamento e compattezza. Sul piano collettivo si è apprezzato un gruppo coeso e disposto al sacrificio come si è potuto notare soprattutto nei momenti di difficoltà in cui la squadra di coach Baldovin non si è mai disgregata. Solo nel quarto set è apparsa un po’ scarica probabilmente più a causa della stanchezza che per un calo tecnico vero e proprio. Non bisogna trascurare che quella in terra romagnola è stata, per la formazione del presidente Callipo, la quinta partita in 14 giorni, con annessi non trascurabili e travagliati spostamenti logistici. Cionostante la Callipo ha fatto di necessità virtù, come ha ribadito a fine gara anche coach Baldovin che benedice il ritorno ad un calendario più regolare che permetterà da qui in poi di giocare ogni settimana e non già ogni tre-quattro giorni.
    Oltre alla buona prova collettiva la Tonno Callipo di domenica ha fatto sfoggio di qualche brillante individualità. Le stesse già emerse nelle precedenti cinque giornate. Ci si riferisce in particolare ai nazionali francesi Rossard e Chinenyeze. Il mancino numero nove della Callipo in Romagna ha collezionato la migliore prestazione stagionale con ben 25 punti realizzati (50% d’attacco e 24 palloni vincenti su 48 palloni attaccati). Dati che gli consentono di salire in quinta posizione nella classifica generale degli schiacciatori, a quota 105 punti (di cui due ace) totali nelle prime sei gare giocate. In vetta proprio Pinali, avversario ieri con Ravenna che vanta 12 punti in più.
    L’altro protagonista di giornata è Chinenyeze, che perde il primato in vetta alla graduatoria generale dei centrali grazie ai 20 punti realizzati ieri da Szwarc di Cisterna nella vittoria (3-1) contro Milano. Per il centrale giallorosso invece 11 palloni messi a terra a Ravenna, ed in totale sono 71 i punti totalizzati (con 14 muri punti, 10 in più di Szwarc e 52% in attacco) autore finora di un ottimo avvio con evidenti margini di crescita sotto l’aspetto tecnico-tattico. Sia lui che Rossard, senza dimenticare tutti gli altri ‘martelli’, Defalco e Abouba in primis oltre che Dirlic (decisivo domenica nel tie break), non vogliono ovviamente fermarsi e sono già concentrati per l’impegno di sabato prossimo contro Piacenza al PalaMaiata.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Itas Trentino: Alessandro Michieletto ancora positivo al Covid

    Di Redazione
    Come già successo con Tommaso Rinaldi, schiacciatore della Leo Shoes Modena, anche lo schiacciatore dell’Itas Trentino Alessandro Michieletto è risultato ancora positivo al Covid-19 dopo due settimane di quarantena che l’azzurro ha dovuto osservare vista la positività al rientro da Campionati Europei Under 20.
    Lo ha comunicato poco fa la società di Via Trener con una nota stampa:
    “Trentino Volley comunica che lo schiacciatore Alessandro Michieletto risulta essere ancora positivo al Coronavirus; lo ha confermato il tampone molecolare a cui il giocatore si è sottoposto nelle ultime ore, dopo due settimane di quarantena. Nei prossimi giorni ne verrà effettuato un altro; le sue condizioni di salute continuano ad essere costantemente monitorate dallo staff medico societario“.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vero Volley: intervento riuscito per Filippo Federici

    Foto Ufficio stampa Vero Volley Monza

    Di Redazione
    Intervento riuscito per il libero azzurro della Vero Volley Monza, Filippo Federici. La procedura, effettuata alla Clinica Zucchi di Monza dal Prof. Claudio Manzini e dal Dott. Marco Pungitore, è andata a buon fine. L’intervento è stato previsto in seguito alla rottura del menisco del ginocchio destro occorsa all’atleta della formazione monzese durante la gara tra Padova e Monza, valida per la sesta giornata di andata della SuperLega Credem Banca 2020-2021, dello scorso mercoledì 14 ottobre.
    Il giocatore, il cui rientro è previsto fra 15 giorni circa, inizierà immediatamente il recupero articolare. Nei primi giorni Federici sarà seguito, con macchinari di nuova concezioni, al Centro Fisioterapico Wellness Clinic della Clinica Zucchi di Monza, coordinata dal Dott. Cristiano Fusi, dal responsabile fisioterapia della Wellness Clinic e del Consorzio Vero Volley, Roberto Volpi.
    In un secondo momento Federici verrà seguito direttamente dal fisioterapista della squadra Cesare Zanardi per il ritorno al gesto sportivo.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Padova, Cuttini: “La Lube ci ha messo in grande difficoltà al servizio”

    Di Redazione
    La Kioene Padova è tornata a mani vuote dalla trasferta sul campo della Cucine Lube Civitanova perdendo per 3-0. Per la Kioene sarà necessario resettare il match con i cucinieri e concentrarsi sulla sfida di domenica prossima quando, alla Kioene Arena, arriverà la Leo Shoes Modena.
     «Sapevamo di doverci scontrare con una corazzata», ammette il tecnico della Kioene Jacopo Cuttini ai microfoni del quotidiano Il Mattino di Padova, che poi si sofferma sui 10 ace incassati da Juantorena e soci. «Abbiamo provato a entrare in partita, ma ci hanno messo in grossa difficoltà, soprattutto al servizio. Nel secondo set abbiamo avuto segnali incoraggianti, giocando palla su palla, e questa è forse l’unica nota positiva. Nel terzo i giocatori della Lube hanno ripreso a battere molto forte e abbiamo dovuto staccare la ricezione». LEGGI TUTTO