consigliato per te

  • in

    Iran: Tre i candidati per il ruolo di Ct. Alekno in pole?

    Alekno e De Giorgi

    TEHERAN – Si riduce a tre la lista dei papabili CT dell’Iran in vista delle Olimpiadi di Tokyo2020 posticipate al 2021. Secondo i media iraniani i nomi inizialmente erano quelli di Daniel Castellani, Andrea Giani, Ferdinando De Giorgi, Lorenzo Bernardi e Vladimir Alekno ma ora il segretario generale della federazione iraniana (IRIVF) Milad Taghavi ha confermato che la lista dei candidati è ristretta a tre e probabilmente una decisone sarà presa nelle prossime due settimane.

    I rumors de colleghi persiani suggeriscono che il Ct dell’Iran ai Giochi possa essere l’allenatore russo Vladmir Alekno.

    La nazionale iraniana è senza Ct da quando si è separata da Igor Kolakovic a marzo. Ai Giochi Olimpici, l’Iran è stato inserito nella Pool A insieme a Giappone, Polonia, Italia, Canada e Venezuela. La Pool B è composto da Brasile, USA, Russia, Argentina, Francia e Tunisia.  

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteBrasile F.: Il Sesc RJ/Flamengo vince il campionato carioca LEGGI TUTTO

  • in

    Mondiali 1990: Zorzi, il “Processo alla Vittoria”. 6° puntata. “Yo soy Velasco”

    MODENA – Andrea Zorzi presenta così la sesta puntata del suo “Processo alla Vittoria”. Storie, belle, bellissime, veri e propri backstage sulle vite dei personaggi che nell’ottobre 1990 (18-28) conquistarono il primo titolo Mondiale del volley italiano. 

    Oggi è la volta di Velasco

    —–

    Dopo le 2 udienze dedicate a tutti i nostri ricordi discordi su quel primo incontro all’Hotel Ritz, punto di partenza di tutta la nostra avventura, oggi ascoltiamo Velasco. Il grande demiurgo ci svela tutte le quelle piccole e grandi verità che noi ventenni affamati di vittoria e di gloria non avevamo neanche minimamente intuito. Perché il nostro Velasco (come potrete ascoltare dalle sue parole) era proprio un prodigioso stratega; grande allenatore, fine psicologo, abile programmatore, rapido improvvisatore diciamo un “manager apparso alla madonna” (Cit.).

    GIA’ PUBBLICATE

    Il giuramento
    In nome del padre e della madre
    Giangio e Fefè al mare
    Quella volta all’Hotel Ritz
    I fedelissimi LEGGI TUTTO

  • in

    Petizione: Firma per chiedere la modifica dell’Ordinanza 620 della Regione Lombardia

    MODENA – Ci segnalano questa petizione su Change.org rivolta alla modifica dell’ordinanza della Regione Lombarda del Presidente Attilio Fontana che blocca le attività sportive. 

    Qui la petizione  

    —-

    Federico Banti ha lanciato questa petizione e l’ha diretta a Attilio Fontana e a 2 altri/altre

    Modifica urgente dell’ordinanza n. 620 del 16/10/2020: per rimuovere la sospensione degli sport di contatto dilettantistico organizzati (almeno consentire gli allenamenti)
    Chiediamo che il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana modifichi l’ordinanza n. 620 del 16/10/2020 (l’ “Ordinanza”) nella parte in cui sospende totalmente le attività (anche gli allenamenti) delle associazioni e società dilettantistiche di sport di contatto. Tale previsione è manifestamente arbitraria ed irragionevole, e ha l’effetto di realizzare inaccettabili disparità di trattamento, colpendo (ancora una volta) i nostri ragazzi.

    1)      Credo che sport di contatto all’aria aperta (primariamente il calcio), pesantemente regolamentate come lo erano prima dell’Ordinanza non siano più rischiose dello svolgimento di attività sportive in palestra e in piscina (attività che avvengono in locali chiusi e spazi limitati), che invece sono consentite. L’Ordinanza mantiene aperte anche le discoteche e le sale da ballo: altra situazione che mi pare più rischiosa degli sport di contatto all’aperto. Trovo irragionevole la disparità di trattamento con gli sport di contatto “non dilettantistici”: anch’essi non sospesi.
    2)      Le associazioni e società di sport di contatto non vengono considerate “attività economiche”, eppure hanno una loro economia: il blocco totale disposto, se prorogato (come verosimilmente accadrà), determinerà una “pur parziale” richiesta di rimborso da parte degli associati e degli iscritti. Anche in questo caso, una disparità di trattamento con chi gestisce attività (economiche) sportive al chiuso.
    3)      L’effetto è quello di disimpegnare migliaia di ragazzi che dopo la scuola si troveranno privi delle loro solite attività, colpendone quella “socialità organizzata” che – oltre ad essere molto importante per la loro “salute psichica” – è certamente meno rischiosa della “socialità disorganizzata” che senz’altro tenteranno in ogni modo di avere (ed avranno) in maniera autonoma.
    L’Ordinanza va immediatamente modificata consentendo alle associazioni e società sportive di svolgere l’attività in maniera regolamentata (almeno gli allenamenti). LEGGI TUTTO

  • in

    Trento: Il Presidente Diego Mosna ai tifosi. “I campionati non si vincono ad ottobre”

    TRENTO – Gl alti e bassi di inizio stagione di una squadra che ha cambiato tanto, come sempre fanno sussultare  le tifoserie. Non è esente da questo trend anche una piazza calma come quella trentina.

    Oggi il presidente di Trentino Diego Mosna è intervenuto su Facebook con un messaggio per i sostenitori di Giannelli e c.

    di Diego MosnaOrmai è diventata un’abitudine; il giorno dopo una sconfitta in un big match ricevo tantissimi messaggi personali da parte di tifosi e persone vicine alla squadra, che solitamente si dividono in due grandi correnti di pensiero: da una parte chi crede nella squadra e nel progetto, dall’altra chi mi spiega che abbiamo commesso tanti errori.Non poteva fare eccezione il lunedì successivo alla partita persa con Perugia per 1-3 e con queste poche righe colgo l’occasione per rispondere, ringraziando al tempo stesso chi mi ha scritto la sua opinione; anche questa è una dimostrazione di costante interesse, affetto ed attaccamento ai nostri colori. A tutti chiedo di tenere duro e di dare tempo al tempo; sicuramente il momento è particolare, difficile e ricco di ostacoli, ma è vero che i campionati non si vincono ad ottobre. Abbiamo fiducia in un progetto studiato e partito da lontano e non saranno certamente un paio di episodi di gioco che hanno trasformato un possibile 2-2 in un 1-3 per Perugia a metterci addosso dubbi.Risaliremo la classifica lavorando ancora più duramente in palestra, tutti i giorni;

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteTrento: Michieletto ancora positivo al Coronavirus

    Articolo successivoModena: Sartoretti sul DPCM. “Navighiamo a vista. Giovanili? Messaggio forte della Fipav” LEGGI TUTTO

  • in

    Trento: Michieletto ancora positivo al Coronavirus

    TRENTO – Trentino Volley comunica che lo schiacciatore Alessandro Michieletto risulta essere ancora positivo al Coronavirus; lo ha confermato il tampone molecolare a cui il giocatore si è sottoposto nelle ultime ore, dopo due settimane di quarantena.Nei prossimi giorni ne verrà effettuato un altro; le sue condizioni di salute continuano ad essere costantemente monitorate dallo staff medico societario.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteMondiali 1990: Zorzi, il “Processo alla Vittoria”. 5° puntata. “I fedelissimi” LEGGI TUTTO

  • in

    Mondiali 1990: Zorzi, il “Processo alla Vittoria”. 5° puntata. “I fedelissimi”

    MODENA – Andrea Zorzi presenta così la quinta puntata del suo “Processo alla Vittoria”. Storie, belle, bellissime, veri e propri backstage sulle vite dei personaggi che nell’ottobre 1990 (18-28) conquistarono il primo titolo Mondiale del volley italiano. 

    Come i “fedelissimi” di Julio Velasco ricordano il primo giorno azzurro con il CT nell’incontro all’Hotel Ritz.

    —–

    Seconda udienza su quel giorno in cui ci ritrovammo tutti insieme all’Hotel Ritz. Dopo la prima udienza, riservata a quelli che non conoscevano Velasco, oggi tocca a quelli che lo conoscevano bene, anzi benissimo. I suoi fedelissimi, quelli con cui aveva già vinto gli scudetti. Oggi ascolteremo pensieri, riflessioni e ricordi dei suoi fedelissimi che cercano di decifrare quale nuova funambolica strategia avesse in testa quell’infallibile incantatore.

    GIA’ PUBBLICATE
    Il giuramento
    In nome del padre e della madre
    Giangio e Fefè al mare
    Quella volta all’Hotel Ritz LEGGI TUTTO

  • in

    Mondiali 1990: Zorzi, il “Processo alla Vittoria”. 4° puntata. “Quella volta all’Hotel Ritz”

    MODENA – Andrea Zorzi presenta così la quarta puntata del suo “Processo alla Vittoria”. Storie, belle, bellissime, veri e propri backstage sulle vite dei personaggi che nell’ottobre 1990 (18-28) conquistarono il primo titolo Mondiale del volley italiano. 

    Come gli azzurri avversari di Velasco nel club conobbero il CT nel primo incontro all’Hotel Ritz.

    —–

    Bentornati alla 4° udienza del Processo alla Vittoria. Tutto ebbe inizio nel 1989 in un hotel a 3 stelle, nella periferia di Modena. Julio Velasco divenne il nuovo allenatore della nazionale di pallavolo italiana. Veniva dall’Argentina e aveva appena vinto 4 scudetti consecutivi con la mitica Panini di Modena. Voleva cambiare la storia della nostra pallavolo e aveva scelto noi. Poiché quel giorno all’Hotel Ritz eravamo in tanti, sono necessarie 2 udienze. Questa è la prima; con quelli che lo avevano sempre incontrato come avversario. La prossima sarà con i suoi fedelissimi.

    GIA’ PUBBLICATE
    Il giuramento
    In nome del padre e della madre
    Giangio e Fefè al mare LEGGI TUTTO

  • in

    Polonia F.: L’LKS Lodz di Cuccarini batte 3-0 il Chemik Police nel big-match. Vince anche il Budowlani

    POLONIA – Nel big match della 5° giornata giocato oggi pomeriggio l’ŁKS Commercecon Łódź di Cuccarini ha sconfitto 3-0 le campionesse in carica del Chemik Police che hanno pagato l’assenza di Salas (stagione finita) e la modesta prestazione offensiva delle 2 schiacciatrici (0% di vinc. e -57% di eff. per Grajber; 28% di vinc. e 11% di eff. per Medrzyk). MVP l’opposta mancina Zaroslinska-Krol, autrice di 19 punti, 3 in più della pari ruolo italo-serba Brakocevic.Nell’altra partita prima vittoria stagionale per l’altra formazione di Łódź: il Grot Budowlani ha vinto in 3 set sul campo del modesto Enea PTPS Piła.

    Risultati e programma 5° giornata16 ottobreEnerga MKS Kalisz – Polskie Przetwory Pałac Bydgoszcz 3-2 (25-19, 18-25, 24-26, 25-17, 15-11)

    17 ottobreDPD Legionovia Legionowo – Joker Świecie 0-3 (23-25, 18-25, 19-25)

    19 ottobreŁKS Commercecon Łódź – Grupa Azoty Chemik Police 3-0 (25-19, 25-14, 28-26)Top Scorer e italiane: Zaroslinska-Krol 19, Lazovic 14, A. Wojcik 13, Ninkovic 6; Brakocevic-Canzian 16, Kakolewska 10, Medrzyk 5.

    Enea PTPS Piła – Grot Budowlani Łódź 0-3 (22-25, 21-25, 19-25)Top Scorer: Gawlak 11, Skrzypkowska 9, Kubacka 9, Lyszkiewicz 9; Jones-Perry 15, Gorecka 14, Lewandowska 12, Fedusio 11.
    Rinviate a data da destinarsiE.LECLERC MOYA Radomka Radom – Developres SkyRes RzeszówBKS STAL Bielsko-Biała – #VolleyWrocław

    ClassificaDevelopres SkyRes Rzeszów 15p 5v-0pEnerga MKS Kalisz 10p 4v-1pŁKS Commercecon Łódź 10p 3v-2pE.LECLERC MOYA Radomka Radom 8p 3v-0pBKS STAL Bielsko-Biała 8p 3v-1pDPD Legionovia Legionowo 8p 3v-3pJoker Świecie 6p 2v-3pGrupa Azoty Chemik Police 5p 1v-3pPolskie Przetwory Pałac Bydgoszcz 5p 1v-4pGrot Budowlani Łódź 3p 1v-3p#VolleyWrocław 0p 0v-3pEnea PTPS Piła 0p 0v-3p
    FormulaLe prime 8 vanno ai play off: quarti e semifinali al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri; finale al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.L’ultima retrocede.Si giocano anche le finali 3°-4°, 5°-6°, 7°-8° e 9°-10° posto. LEGGI TUTTO