consigliato per te

  • in

    Ferrari, Vettel: “Non siamo veloci, speravo in un altro ritmo”

    SCARPERIA – Sebastian Vettel si ritrova a commentare ancora una volta una gara storta per lui, giunto al traguardo decimo al termine del Gran Premio di Toscana di Formula 1. Per questo motivo, ai microfoni di Sky Sports il tedesco appare davvero amareggiato: “Non siamo stati abbastanza veloci. Perché? È sempre una buona domanda. Ed è difficile rispondere perché c’è più di una ragione. Sappiamo che la nostra macchina non è abbastanza veloce e penso che ci aspettavamo di avere un ritmo di gara migliore, quindi dobbiamo dare un’occhiata”. 

    Le parole del pilota della Ferrari
    Una gara caotica con interruzioni e incidenti, uno di questi occorso proprio al pilota della Ferrari che non è riuscito poi ad avvicinarsi a Raikkonen nel finale per rubargli la posizione in virtù della penalità per l’ex compagno: “Abbiamo lottato duramente per cercare di ottenere dei punti, alla fine è stata tirata con Kimi, abbiamo fatto tutto il possibile. Avrei però voluto capitalizzare di più gli errori degli altri”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Vettel: “Non siamo veloci e non sappiamo perché”

    SCARPERIA – “Non siamo stati abbastanza veloci. Perché? È sempre una buona domanda. Ed è difficile rispondere perché c’è più di una ragione. Sappiamo che la nostra macchina non è abbastanza veloce e penso che ci aspettavamo di avere un ritmo di gara migliore, quindi dobbiamo dare un’occhiata”. Sebastian Vettel si trova costretto a commentare ancora una volta un weekend di gara deludente: al Mugello nel Gran Premio di Toscana di Formula 1 il pilota tedesco è riuscito a portare a casa appena un punto in virtù del decimo posto.

    Le parole del pilota tedesco
    Una gara caotica con interruzioni e incidenti, uno di questi occorso proprio al pilota della Ferrari che non è riuscito poi ad avvicinarsi a Raikkonen nel finale per rubargli la posizione in virtù della penalità per l’ex compagno: “Abbiamo lottato duramente per cercare di ottenere dei punti, alla fine è stata tirata con Kimi, abbiamo fatto tutto il possibile. Avrei però voluto capitalizzare di più gli errori degli altri”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Binotto: “Siamo molto delusi, non abbiamo velocità”

    SCARPERIA – Mattia Binotto non può nascondere la delusione al termine di un Gran Premio di Toscana di Formula 1 da dimenticare per la Ferrari, protagonista con Leclerc e Vettel, rispettivamente, di anonimi ottavo e decimo posto: “Siamo tutti molto delusi, oggi non avevamo passo gara. In qualifica Leclerc ha fatto un bel giro ma in gara dopo pochi giri ci manca il passo. In questo momento non c’è spiegazione, abbiamo un degrado evidente nelle gomme e credo che sia la difficoltà profonda del nostro progetto dalla quale non è difficile uscirne”. 

    Le parole del team principal del Cavallino
    Al Mugello la Rossa ha arrancato e Leclerc e Vettel sono finiti nei bassifondi della top-10. Una situazione che potrà essere risolta solo con il tempo, spiega Binotto a Sky: “Qualche piccola novità la vedremo anche la prossima gara ma non fa la differenza, noi stiamo lavorando sodo anche a casa per correggere il progetto di base soprattutto per la macchina dell’anno prossimo. Gli avversari hanno una situazione diversa dalla nostra. Loro hanno portato piccoli sviluppi ma il nostro problema e’ alla base del progetto e ci serve più tempo. Oggi i piloti hanno fatto del loro meglio ma si sono trovati di fronte alle difficoltà della nostra macchina”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Binotto: “Siamo delusi, difficoltà profonda del nostro progetto”

    SCARPERIA – “Siamo tutti molto delusi, oggi non avevamo passo gara. In qualifica Leclerc ha fatto un bel giro ma in gara dopo pochi giri ci manca il passo. In questo momento non c’è spiegazione, abbiamo un degrado evidente nelle gomme e credo che sia la difficoltà profonda del nostro progetto dalla quale non è difficile uscirne”. Il team principal della Ferrari Mattia Binotto analizza la situazione della Ferrari e il bilancio non può che essere schietto e negativo dopo l’ennesima brutta figura nel Gran Premio di Toscana di Formula 1. 

    Le parole del team principal di Maranello
    Al Mugello la Rossa ha arrancato e Leclerc e Vettel sono finiti nei bassifondi della top-10. Una situazione che potrà essere risolta solo con il tempo, spiega Binotto a Sky: “Qualche piccola novità la vedremo anche la prossima gara ma non fa la differenza, noi stiamo lavorando sodo anche a casa per correggere il progetto di base soprattutto per la macchina dell’anno prossimo. Gli avversari hanno una situazione diversa dalla nostra. Loro hanno portato piccoli sviluppi ma il nostro problema e’ alla base del progetto e ci serve più tempo. Oggi i piloti hanno fatto del loro meglio ma si sono trovati di fronte alle difficoltà della nostra macchina”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Leclerc: “Situazione difficile, ma resto motivato”

    SCARPERIA – Nuova prestazione deludente per la Ferrari, che al Mugello non va oltre l’ottavo e decimo posto con Leclerc e Vettel. Il monegasco, in particolare, non nasconde la frustrazione per questo momento della scuderia di Maranello e nell’intervista a Sky Sport ammette che la situazione è complicata dopo il Gran Premio di Toscana di Formula 1: “Dobbiamo lavorare ma io rimango motivato e non vedo l’ora di ritornare in macchina in Russia. Dobbiamo capire cosa c’è che non va in questa macchina perché così è veramente difficile”. 

    Le parole del pilota monegasco
    Dopo la buona partenza, gara in salita per il classe 1996: “Questa è stata una delle gare più difficili perché dopo una buona partenza mi sono mancati il passo e il bilanciamento. Ho fatto fatica ed è strano perché in qualifica non era andata così male. Il team deve rimanere motivato perché non possiamo mollare adesso: dobbiamo continuare a lavorare anche se è molto difficile”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Leclerc: “Dobbiamo capire cosa non va in questa macchina”

    SCARPERIA – “Dobbiamo lavorare ma io rimango motivato e non vedo l’ora di ritornare in macchina in Russia. Dobbiamo capire cosa c’è che non va in questa macchina perché così è veramente difficile”. E’ un Charles Leclerc sconsolato quello che si ritrova a dover commentare un’altra prestazione tutto fuorché esaltante della Ferrari, con il monegasco che ha chiuso in ottava posizione il Gran Premio di Toscana di Formula 1 al Mugello.

    Le parole del pilota di Maranello
    Dopo la buona partenza, gara in salita per il classe 1996: “Questa è stata una delle gare più difficili perché dopo una buona partenza mi sono mancati il passo e il bilanciamento. Ho fatto fatica ed è strano perché in qualifica non era andata così male. Il team deve rimanere motivato perché non possiamo mollare adesso: dobbiamo continuare a lavorare anche se è molto difficile”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Elkann: “Momento difficile, ma ci aspetta un grande futuro”

    SCARPERIA – Intervenuto direttamente dal circuito del Mugello, sede del Gran Premio di Toscana di Formula 1, il presidente di Exor (l’holding che controlla la Ferrari) John Elkann ha parlato del futuro della scuderia di Maranello, che festeggia oggi i 1000 GP nel Circus: “Siamo felici e orgogliosi di tutto quello che è stato fatto, e soprattutto fiduciosi per quello che ci aspetta. Quindi la Ferrari non è solo passato ma è anche futuro, un gran futuro”. 

    Le parole di Elkann
    Il presente, però, non è altrettanto roseo per il Cavallino e nell’intervista concessa a Sky Sport il numero uno di Exor lo ha ricordato: “Quando uno ha una lunga storia come la nostra, ha passato momenti belli e momenti difficili e sa che l’importante è nei momenti difficili. Noi oggi siamo in un momento difficile, di dolore per tutti quelli che amano la Ferrari, ma è importante ripartire e guardare oltre e questo è quello su cui siamo impegnati”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari, Elkann: “Prevediamo un grande futuro”

    SCARPERIA – “Siamo felici e orgogliosi di tutto quello che è stato fatto, e soprattutto fiduciosi per quello che ci aspetta. Quindi la Ferrari non è solo passato ma è anche futuro, un gran futuro”. Direttamente dal Mugello, il presidente di Exor – la holding della famiglia Agnelli che controlla la Ferrari – John Elkann ha detto la sua sul momento che sta vivendo la scuderia di Maranello, mostrandosi fiducioso per il futuro alla vigilia del Gran Premio di Toscana di Formula 1 che coincide con le 1000 gare nel Circus della Rossa.

    Le parole del numero uno di Exor
    Il presente, però, non è altrettanto roseo per il Cavallino e nell’intervista concessa a Sky Sport il numero uno di Exor lo ha ricordato: “Quando uno ha una lunga storia come la nostra, ha passato momenti belli e momenti difficili e sa che l’importante è nei momenti difficili. Noi oggi siamo in un momento difficile, di dolore per tutti quelli che amano la Ferrari, ma è importante ripartire e guardare oltre e questo è quello su cui siamo impegnati”. LEGGI TUTTO