consigliato per te

  • in

    Santa Croce, Colli: “Dobbiamo e vogliamo lavorare per crescere”

    Foto Ufficio Stampa Kemas Lamipel Santa Croce

    Di Redazione
    In questo momento poco felice per l’intera Nazione, la Kemas Lamipel, super blindata, sta preparando il match contro Cantù. In questo buon momento di forma la truppa capitanata da Colli, vuol continuare il cammino positivo.
    Cinque punti in due match, uno partenza positiva. “Partenza super positiva. Cinque punti fondamentali per il nostro percorso. Abbiamo espresso una buona pallavolo. Con Reggio Emilia ci sono stati dei momenti di black-out, siamo stati bravi a gestirli, a riuscire a uscirne e a portare a casa i tre punti. Abbiamo dei margini di miglioramento. Dobbiamo e vogliamo lavorare per crescere”.
    Cantù per fare tre su tre. “Andremo a Cantù per vincere. Metteremo grinta e concentrazione, come abbiamo messo in queste due partite. In questa settimana abbiamo lavorato sugli aspetti negativi che si sono evidenziati nelle prime due giornate. Stiamo studiando l’avversario”.
    Momento delicato. Come ne può uscire lo sport? “Lo sport può uscire da questo momento. Parlando da atleta: dobbiamo adottare tutte le misure di protezione affinchè possiamo rimanere in sicurezza per continuare a giocare, sperando che non ci sia un tracollo della situazione”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bergamo,Sangalli: “Certo che la squadra riporterà il sorriso sul volto dei tifosi”

    Ufficio stampa Agnelli Tipiesse

    Di Redazione
    L‘Agnelli Tipiesse ha fatto quattro chiacchiere con lo sponsor Dario Sangalli fondatore di Sangalli Tecnologie
    Di cosa si occupa la sua azienda?
    Sangalli Tecnologie nasce nel 1993 dalla passione per la tecnologia che già nel 1977 mi aveva portato ad aprire un centro HI-FI
    La nostra sede è a pochi km da Bergamo.
    Nel corso degli anni ci siamo specializzati e distinti nel settore dell’intrattenimento ma anche nel retail, corporate, cinema, arene fino ad essere presenti sulle grandi navi come system integrators.
    Il nostro è un servizio completo e personalizzato dalla consulenza, fornitura, assistenza fino alla manutenzione in tutta Europa. L’esperienza nel nostro campo ci ha permesso di raggiungere importanti traguardi e collaborazioni con grandi aziende ta cui Allianz, IBM, Ferrari, Fincantieri, Moncler e non solo.
    Sport e impresa a confronto: possono essere paragonate e crescere insieme?
    Il lavoro di squadra è alla base del successo di ogni impresa, come per lo sport, è una parte fondamentale per raggiungere un risultato condiviso. Il nostro staff si concentra per portare a termine ogni lavoro con dedizione e passione esattamente come in una squadra di pallavolo.
    Quando e da cosa è nata la collaborazione con Agnelli Tipiesse?
    La passione per lo sport ci ha da sempre distinto e da oltre 4 anni cerchiamo di supportare il volley bergamasco al meglio e dare il nostro contributo
    Che cosa si aspetta da questa stagione?
    Da questa stagione mi aspetto grandi risultati. Stiamo vivendo una condizione particolare ma sono certo che la squadra potrà riportare il sorriso sul volto dei tifosi
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La Prisma Taranto vince e conquista la tifoseria

    Credits Photo: Patrizia Tettamanti – Pool Libertas Cantù

    Di Redazione
    La Prisma Taranto vince e conquista la tifoseria. Anche in occasione dell’importante successo esterno contro la Pool Libertas Cantù, nell’anticipo della 2^ giornata del campionato di Serie A2 Maschile Credem Banca, la sfida della squadra ionica è stata la più seguita, in streaming, sul canale YouTube della Lega Pallavolo Serie A. 
    Nelle sole prime due sfide di campionato, la Prisma Taranto Volley sta riuscendo a risvegliare l’entusiasmo di tutta la città ionica e a catturare l’attenzione dell’intero movimento pallavolistico. Sono ben oltre 4700 le visualizzazioni dell’incontro che ha visto esultare capitan Coscione e compagni al PalaFrancescucci di Casnate Con Bernate contro la Pool Libertas Cantù.
    Tifosi, appassionati del mondo del volley, addetti ai lavori e tanti curiosi hanno guardato, in diretta streaming, le gesta degli uomini di coach Vincenzo Di Pinto che, dopo le prime due giornate di campionato, si trovano a punteggio pieno, a pari punti con Ortona, in testa alla classifica. 
    Il numero dei contatti aumenta, gradualmente: l’entusiasmo della Prisma Taranto è contagioso. Il sito internet ufficiale del club registra anche diverse visualizzazioni non solo dallo “stivale” ma, da tutto il mondo: tanti supporters, anche dai lontanissimi Stati Uniti d’America, dal Brasile, da Cuba, seppur a migliaia di chilometri di distanza dalla propria città d’origine, seguono quotidianamente i canali ufficiali del club ionico. 
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vittoria rotonda per Bergamo che si aggiudica il match a Castellana per 3-0

    Di Redazione
    Ottima prestazione orchestrata al meglio dal palleggiatore Finoli, e ben interpretata soprattutto in attacco dove la superiorità è stata alta in tutti e tre i set (52%). Perfetta anche la correlazione muro e difesa, con un D’Amico presente su ogni pallone, e come sempre su alti livelli gli schiacciatori di lato efficaci anche dai 9 metri (15 punti Santangelo e 13 di Terpin, 2 ace degli orobici ) Al centro Cargioli e Milesi hanno assicurato un gioco fluido e veloce, conquistando punti importantissimi eludendo il muro avversario.
    Dall’altra parte della rete Van Djik ha fatto vedere i sorci verdi soprattutto sul finale del terzo set dove è salito in cattedra, ma bravi gli orobici a gestire le bombe dell’opposto olandese sia in difesa che dai 9 metri, riuscendo così a disinnescare il punto forte su cui è basata la strategia pugliese.
    Le parole di JJ Terpin: “Ottima prestazione in battuta e difesa, anche nel cambio palla siamo stati bravi ogni volta ad essere sul pezzo anche quando arrivavamo da un errore diretto, una grande prestazione, bravo Juan che ci ha alzato dei palloni ottimi”.
    Tre punti preziosissimi per i rossoblù che conquistano la seconda vittoria stagionale senza cali di concentrazione, con una bella prestazione corale. Appuntamento a domenica prossima al Pala Pozzoni alle ore 16 (anticipo tv) per il match contro Ortona.
    IL MATCH
    Coach Graziosi schiera la diagonale Finoli-Santangelo, in posto 4 Pierotti e Terpin, al centro Cargioli e Milesi, libero D’Amico
    Nel campo pugliese coach Gulinelli presenta Garnica- Van Djik in diagonale, Ottaviani- Rosso in banda, al centro Patriarca- Gitto , de Pandis libero
    Bergamo comincia subito sul pezzo 0-3 con ottimi Santangelo e Terpin, risponde però con Van Dijk la Bcc 3-5. Un muro su Santangelo decreta la parità 6-6. Prosegue il punto a punto con una sfida tra opposti Van Djik e Santangelo. Pierotti fa ace per il 7-10, poi Milesi mani out per l’11-7 costringe Gulinelli al time out. Gulinelli si avvale del doppio cambio con Cazzaniga e Zonta su Garnica e Van Djik. E’ sempre di Santangelo, stavolta da posto 2 il 12-15. Con un ace Van Dijk riporta la parità 15-15, poi un muro di Gitto su Santangelo porta sopra la Bcc 16-15. Santangelo riporta sopra Bergamo con un attacco da seconda linea 17-18. Un attacco out di Ottaviani permette a Bergamo il 19-20, poi Rosso da seconda linea spara out, 19-21. Santangelo firma il 19-22. Un paio di errori in attacco dei bergamaschi avvicinano pericolosamente la Bcc 21-22.,un errore di Rosso regala il 21-24, un muro di Terpin su Van Dijk porta a Bergamo il 1 set 21-25.
    Nel secondo set Bergamo si porta subito 5-10 con ottime difese di D’Amico e buoni colpi di Pierotti e Cargioli, un Santangelo sempre sul pezzo con il 7-12. La Bcc si avvicina ancora 14-15, con un paio di bei muri dei pugliesi su Pierotti che si fa subito perdonare firmando il 14-16, e murando poi Garnica per il 14-17.Pierotti velenoso in battuta aumenta il gap 15-19. Terpin firma il 17-21, poi Santangelo chiude il 17-22. Cargioli conquista il 17-24, Vedovotto batte out 18-25.
    Nel terzo set Bergamo parte avanti 5-7 ma la Bcc recupera e si porta sopra sull’11-9. Santangelo batte in rete per il 15-13, ma sbaglia anche Van Djik per la parità 15-15. Vedovotto sbaglia per il 16-17. Gulinelli chiama time out. Santangelo raddoppia 16-18, poi Cargioli finalizza una ricezione sbagliata su battuta di Milesi 16-19, Santangelo impatta il 19-22, e conquista il 20-24. an Djik spara out per il 21-25.
    BCC CASTELLANA GROTTE: Cazzaniga, Dall’Agnol 1, Vedovotto 1, De Pandis L, Ottaviani 5, Gitto 5, Patriarca 7, Rosso 4, Garnica 4, Van Dijk 13, Zonta n.E. Paimisano, Erati all. Gulinelli
    AGNELLI TIPIESSE: Milesi 6, D’Amico L, Cargioli 4, Santangelo 15, Finoli 1, Terpin 13, Pierotti 9, N.E. Signorelli, Ceccato, Umek, Sormani, Rota all. Graziosi
    Arbitri Palumbo Christian, Cavalieri Alessandro Pietro
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    I Lupi si aggiudicano l’intera posta in palio con Reggio Emilia

    Di Redazione
    La Kemas Lamipel vince per 3-1 nel debutto casalingo al termine di una gara altalenante e ricca di emozioni. La Conad Reggio Emilia di Mastrangelo si rivela avversario ostico e ben messo in campo, capace spesso di irretire la verve dei “Lupi”, che non appena abbassano un po’ il piede dall’acceleratore si ritrovano sul collo il fiato degli avversari.
    Alla fine però le ottime prove di tutti i ragazzi scesi in campo sono il lasciapassare per una vittoria importante per classifica e morale: i margini di crescita della squadra sono molti e il futuro fa ben sperare. L’inizio di partita è di marca emiliana: Bellei e compagni giocano sciolti e precisi, mentre la Kemas Lamipel più contratta e molto fallosa al servizio. Sotto per 5-8 i conciari tornano a farsi sotto nel punteggio quando il servizio inizia a pungere (15-16) e, grazie alle giocate di Di Silvestre, all’apporto di Robbiati e ai punti di Walla effettuano prima il sorpasso (21-18) e poi vanno agevolmente a far proprio il primo set 25-20.
    Stessa storia nel secondo parziale con Pinelli e soci che scappano via immediatamente (3-8) per poi subire la veemente rimonta dei “Lupi” firmata da Di Silvestre che riporta i suoi in linea di galleggiamento. Ma è un fuoco di paglia perchè Mastrangelo pesca della panchina l’ex canturino Maiocchi, che entra al posto di un Loglisci in difficoltà e cambia totalmente inerzia alla gara, impattando in maniera clamorosa nel match. Grazie al suo ingresso (6 punti nel set), Reggio Emilia scappa di nuovo via (12-16 e 16-21) vincendo senza troppi patemi il set per 21-25 e riportando lo score in parità.
    Nel terzo si procede in grande equilibrio (7-8), poi pian piano i “Lupi” si ricompattano e tornano ad esprimere una pallavolo lineare e veloce che crea diversi grattacapi agli ospiti. I servizi di Colli e Di Silvestre sono le armi vincenti che scavano il solco tra le due squadre (16-13, 21-16), con la Kemas Lamipel che va velocemente a chiudere sul 25-17 facendo spellare le mani al pubblico del PalaParenti sempre molto caloroso e partecipe.
    Nel quarto set tutto fa pensare ad una facile affermazione dei conciari che giocano sul velluto e volano sull’8-4 e sul 16-10. Mastrangelo mischia le carte inserendo Suraci, Loglisci e Sesto al posto dei vari Bellei, Ippolito e Scopelliti, tutti molto calati fisicamente e tecnicamente. Pian piano la Conad si rianima, mentre la Kemas Lamipel abbassa un po’ la tensione. Il match incredibilmente si riapre a causa di qualche errore di troppo dei santacrocesi, con Reggio Emilia che torna a due punti di distanza (19-17): in cattedra allora sale il libero Sorgente che con due clamorose difese permette ai compagni di squadra di conquistare un punto importantissimo che sembra spezzare in maniera definitiva le resistenze ospiti. In un amen Colli e e Di Silvestre portano i “Lupi” sul 24-20, ma le emozioni non sono finite: prima Copelli subisce un muro, poi Colli e Walla sparano out due attacchi, con il punteggio che incredibilmente recita 24-24. Con la tensione alle stelle ci pensa capitan Colli a riportare avanti i suoi, poi Copelli a muro chiude il set e mette il sigillo ad una partita complicata ma che la Kemas Lamipel è stata brava a vincere.
    Acquarone si merita la palma di MVP della serata per una distribuzione di gioco variegata, intelligente e precisa, con tutti i compagni autori di prove positive e abbastanza convincenti: in ottica prossima partita in quel di Cantù serve però lavorare per migliorare tecnicamente e soprattutto a livello mentale, cercando di evitare i cali di tensione che contro Reggio Emilia potevano costare cari.
    Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone, Walla Souza 20, Copelli 11, Robbiati 8, Colli 16, Di Silvestre 20, Sorgente (libero), Cappelletti, Prosperi, Di Marco, Andreini n.e, Caproni n.e, Mannucci n.e, Sposato (libero) n.e. All. Montagnani
    Conad Reggio Emilia: Pinelli 1, Bellei 15, Mattei 9, Scopelliti 4, Ippolito 8, Loglisi 4, Morgese (libero), Sesto 1, Maiocchi 14, Suraci, Catellani n.e, Pavesi n.e, Ristic n.e, Cagni (libero) n.e. All. Mastrangelo
    Successione set: 25-20 in 26′, 21-25 in 27′, 25-17 in 25′, 26-24 in 34′
    Battute sbagliate Kemas Lamipel: 19, Aces: 4, Muri: 8.
    Battute sbagliate Conad: 12, Aces: 2, Muri: 11.
    Spettatori: 200.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO