in

Malagò: “Tutti gli sport di squadra si sono fermati, tranne il calcio. Serve un piano B”

ROMA – Impossibile ripartire senza un piano B. Giovanni Malagò torna ancora sulla situazione del calcio italiano, che sta spingendo per completare la stagione. “Non si può pensare che o il campionato parte e finisce oppure non si sappia cosa succede – ha affermato il presidente del Coni ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia’ – O tutto o niente. Questa è la mia personale idea. In Italia abbiamo circa 15 sport di squadra, dalla pallamano al football americano, dalla pallacanestro al pattinaggio a rotelle, dal rugby al calcio. 14 su 15 hanno fermato i campionati, 14 su 15 non hanno assegnato lo scudetto, 14 su 15 non hanno comminato le retrocessioni. Cito la situazione così com’è. E’ rimasto il calcio perché è diverso, perché muove tanti interessi. Mi permetto, però, di dire che anche la Virtus Bologna avrebbe voluto vincere il campionato di basket o la Pro Recco quello di pallanuoto”.
Calcio


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Peugeot 208, l’auto dell’anno presenta offerte imperdibili

Getty Images is 25 years old. Every Friday we’re highlighting our standout sport images of the last 25 years. Go to #gettyimagessport25 to see them all. This week is 2005.⁠ ⁠ Rafael Nadal of Spain jumps for an overhead smash against Victor Hanescu of Romania in the second round of the ATP Madrid Masters at the Nuevo Rockodromo. The teenage Nadal would go on to win the tournament in this, his breakout year, which included his first Grand Slam victory on his first try at the French Open. He defeated world No. 1 Roger Federer in the semifinals of that tournament. Nadal won 24 consecutive singles matches that year, breaking Andre Aggassi’s Open-era record for a male teenager. | October 19, 2005 | 📷: @julianfinney #GettySport #GettyImages25 #CapturingThePresent #PreservingThePast⁠